fbpx
LaptopLifeStyle

PancakeSwap: cos’è e come funziona

PancakeSwap: cos'è e come funziona

Indice

Presentazione

Benvenuto in questo nuovo post. Sempre più spesso in questo blog ci siamo trovati a parlare di argomenti come blockchain, bitcoin e criptovalute.

Abbiamo cercato di spiegare come funziona la blockchain attraverso una rubrica dedicata e abbiamo visto qual è la corretta strategia per investire in Bitcoin.

Tuttavia, negli ultimi mesi, un nuovo trend relativo a questo settore ha preso piede in maniera dirompente. Stiamo parlando della DeFi e in particolare dello yield farming.

Con l’espansione di questi comparti, anche le piattaforme e le aziende si sono adeguate di conseguenza.

È il caso di Binance e della sua Binance Smart Chain (BSC) su cui un gruppo di sviluppatori anonimi ha dato vita a PancakeSwap, uno degli exchange decentralizzati e strumento di yield farming più in voga del momento.

Ma andiamo per gradi cercando di capire prima di tutto cos’è la DeFi e, successivamente, come funziona lo yield farming.

Cos’è la DeFi

Come ci suggerisce Wikipedia, la Defi o Decentralized Finance o ancora Finanza Decentralizzata è una forma sperimentale di sistema finanziario che non si basa su intermediari finanziari centrali come broker, exchange o banche e utilizza invece smart contract sulla blockchain.

Si tratta di un vero e proprio cambio di paradigma che negli ultimi mesi ha avuto una crescita esponenziale.

Seguendo i principi della DeFi e utilizzando i contratti intelligenti è stato possibile creare moltissime dApp (applicazioni decentralizzate) di successo.

I risultati migliori si sono ottenuti nel comparto dello scambio decentralizzato di criptovalute, dello scambio decentralizzato di asset reali, valute o metalli preziosi (vedi Synthetix) nonché nell’ambito dello yield farming.

Cos’è lo yield farming

Quando si parla di yield farming (o anche liquidity mining) ci si riferisce a un’innovativa modalità di guadagno passivo mediante criptovalute. In sintesi, si tratta di bloccare le proprie monete digitali per ricevere delle ricompense.

Detto così, lo yield farming può sembrare molto simile allo staking e, per certi versi lo è.

Ma, in realtà si tratta di un qualcosa di molto più complesso che va inquadrato nel contesto della DeFi e, in particolare, nel contesto degli scambi decentralizzati.

Volendo spiegarlo in poche righe, dobbiamo ricordarci che uno scambio, per essere decentralizzato, non deve coinvolgere nessun intermediario. Quindi, la liquidità necessaria ad effettuarlo è fornita da altri utenti che, in questo caso, vengono detti liquidity provider.

Questi ultimi prendono parte a una pool di liquidità e quindi inviano i propri fondi a uno smart contract. In cambio della liquidità fornita alla pool, i liquidity provider ricevono una ricompensa che consiste in una parte delle commissioni generate dalla piattaforma DeFi sottostante e/o in delle porzioni di criptovaluta (solitamente dei token pensati ad hoc, come CAKE).

Come guadagnare usando pancake swap

Come accennato, PancakeSwap è a tutti gli effetti un exchange decentralizzato. In quanto tale, come abbiamo appena spiegato, sono gli utenti a fornire la liquidità necessaria a effettuare gli scambi, ottenendo in cambio delle piccole commissioni per ogni scambio effettuato.

Tuttavia, questo non è l’unico modo per guadagnare mediante PancakeSwap. Esistono almeno altre due vie per ottenere dei buoni profitti. Quindi, in totale, utilizzando pancake swap abbiamo 3 modi per guadagnare:

  • Fornendo liquidità a uno specifico pool
  • Farmando CAKE, il token di governance di PancakeSwap
  • Mettendo in stake i CAKE ottenuti

Questi 3 modi di guadagnare possono essere visti anche come i passaggi da seguire sequenzialmente per utilizzare PancakeSwap al 100% delle nostre possibilità.

Come fornire liquidità a un pool

Il primo passo per poter guadagnare mediante PancakeSwap consiste nello scegliere una pool di liquidità e contribuire ad essa con i propri fondi.

Per far ciò, sarà necessario essere in possesso di token BEP-20 (lo standard della Binance Smart Chain).

Ci sono molti modi per convertire le nostre criptovalute nel rispettivo token BEP-20. Il più semplice tra questi consiste nell’utilizzare la funzione di conversione messa a disposizione in fase di prelievo da Binance.

Quindi, dovrai semplicemente depositare o acquistare mediante Binance la coppia di criptovalute presenti nella pool di liquidità che hai scelto. A questo punto, dovrai prelevarle sul tuo wallet opportunamente configurato, prestando a selezionare la seguente modalità di prelievo:

Prelievo mediante BSC su Binance

Se hai dei dubbi su quale wallet scegliere e come configurarlo per interagire con la Binance Smart Chain, potresti dare un’occhiata all’articolo dedicato a Metamask presente su Binance Academy.

Dopo aver prelevato sul tuo wallet le criptovalute nello standard BEP-20, sarai pronto per fornire liquidità al tuo pool di riferimento.

Ti basterà connettere il tuo wallet e PancakeSwap, recarti nella sezione Liquidity e cliccare Add Liquidity selezionando la tua coppia di riferimento.

Liquidity Pool su PancakeSwap

Dopo aver inserito la quantità di liquidità che sei intenzionato a fornire, ti basterà approvare il contratto e successivamente confermare il tutto cliccando il tasto Supply. Ognuna di queste operazioni comporta una transazione sulla blockchain con una relativa commissione pagata in BNB.

Solitamente si tratta di cifre trascurabili (inferiori a 0.20$) tuttavia, essendo molto ricorrenti, ti consiglio di conservare sempre un po’ di BNB nel tuo wallet per poter processare ogni operazione.

Detto ciò, al termine di questo procedimento, otterrai dei token LP che rappresentano la tua quota di liquidità in riferimento al pool che hai scelto.

Come farmare CAKE

Ottenuto il token LP di riferimento, il gioco è fatto.

Infatti, per iniziare a guadagnare tramite lo yield farming e ottenere CAKE giornalmente, ti basterà recarti nella sezione Farms, scegliere il pool di riferimento e, dopo aver approvato il contratto, mettere in stake il tuo token LP.

Da questo momento in poi, guadagnerai interessi pagati in CAKE in base al rendimento indicato sulla tua pool di riferimento. Per esempio, mettendo in stake il token BAND-BNB LP, è attualmente possibile ottenere circa il 66% di rendimento annuo.

Come farmare CAKE con PancakeSwap

Questi interessi sono estremamente variabili nel tempo e, solitamente, dipendono dalla volatilità della coppia di riferimento.

Come guadagnare interessi sui CAKE

Tramite yield farming, giorno dopo giorno otterrai delle frazioni di cake. Su questi token, come abbiamo già accennato, è possibile ottenere un ulteriore tipo di interesse altrettanto sostanzioso.

Per far ciò dovrai ritirare periodicamente i CAKE ottenuti tramite yield farming e mettere anch’essi in stake.

Per effettuare quest’operazione ti basterà recarti nel tuo pool di riferimento e cliccare Harvest. Ognuno di questi prelievi comporta ancora una volta una transazione e di conseguenza una piccola commissione.

Quindi, prima di fare Harvest dei tuoi cake, assicurati che valga la pena in termini di commissione. Ad esempio, non ha senso prelevare 0.01 Cake (≈0.36$ al momento) pagando circa 0.25$ di commissione.

Ad Harvest completato, i CAKE saranno visibili all’interno del tuo wallet e saranno pronti per essere messi in stake.

Per farlo ti basterà recarti nella sezione Pools e scegliere la sezione adibita. Al momento, per quanto riguarda CAKE, è possibile scegliere tra Manual cake e Auto CAKE.

PancakeSwap pools

Entrambe le pool forniscono rendimenti stratosferici e, la prima in particolare, ti permette di beneficiare in automatico dell’interesse composto.

Disclaimer

Leggendo attentamente questo articolo dovresti aver capito il funzionamento di PancakeSwap, almeno in linea di massima. Allo stesso modo dovresti esser pronto a guadagnare dallo yield farming, mettendo a rendita le tue criptovalute.

Tuttavia, prima di lasciarci, è bene che tu conosca anche l’altra faccia della medagli. Infatti, come molto spesso accade, a grandi rendimenti corrispondono grandi rischi.

In questo caso, il maggiore rischio deriva da un fenonemo detto impermanent loss. Quindi, prima di iniziare a fare alcun tipo di movimento, assicurati di aver compreso appieno il suo significato.

Solo capendo bene cos’è l’impermanent loss è possibile gestirlo al meglio, riuscendo a rendere profittevoli i nostri movimenti in questo settore.

In conclusione vorrei ricordarti che questo tipo di comparti (DeFi, yield farming, ecc.) sono tra i più tecnici e avanzati nel contesto della blockchain e delle criptovalute. Quindi, se non sai bene di cosa si parla, partire dalle basi è sempre una buona idea.

Conclusione

Per qualsiasi domanda o richiesta ti invito a utilizzare il form di contatto che trovi sul sito oppure, cliccando su questo link troverai tutti i nostri account social tramite i quali potrai fruire di vari contenuti supplementari e restare aggiornato sulle ultime pubblicazioni.

A tal proposito, ti invito a dare un’occhiata a tutti gli altri contenuti presenti nella sezione articoli.

Se invece apprezzi il nostro lavoro e vorresti contribuire al progetto e alle spese da esso derivanti con una piccola donazione, ti invito ad utilizzare questo link.

A presto.

Articoli Correlati

Ho avuto un sacco di sogni quando ero un ragazzino, e penso che gran parte di ciò sia nato dal fatto che ho avuto la possibilità di leggere molto

Bill Gates
Articoli Consigliati
Sponsor
Seguici su Facebook
Esplora