fbpx
LaptopLifeStyle

Lavorare come freelancer online: cosa vuol dire e come funziona

lavorare come freelancer online
Foto di William Iven da Pixabay

Indice

Presentazione

Benvenuto in questo nuovo post. In un contesto sociale in cui il lavoro agile è diventato uno standard e in cui sempre più aziende decidono di ingaggiare dipendenti mediante canali alternativi, lavorare come freelancer online può essere un’idea più che valida.

Ma cosa vuol dire freelancer? Come funziona il mondo dei liberi professionisti del futuro?

In questo articolo cercheremo di rispondere in maniera esaustiva a queste domande con un particolare focus sulle competenze più richieste.

Cosa vuol dire freelancer

Con il termine freelancer si definiscono, in linea di massima, tutte quelle entità che lavorano in proprio ovvero in maniera del tutto indipendente da qualunque ente o azienda.

In questa grande categoria confluiscono fiscalmente tutte le cosiddette Partite IVA tuttavia, si è soliti indicare come veri e propri freelancer, solo coloro che lavorano con i clienti in maniera indiretta, per mezzo di committenti o intermediari.

In effetti, free-lance, era esattamente il modo in cui venivano chiamati i mercenari e i soldati di ventura nel passato.

L’idea del mercenario si addice molto bene a come un freelancer opera al giorno d’oggi. Egli, infatti, non è legato a nessuna compagnia, cliente o azienda in particolare ma, piuttosto, offre il proprio servizio a un bacino d’utenza molto più grande, scegliendo il miglior offerente per quest’ultimo.

Il boom del freelancing online

Come tutti sappiamo, negli ultimi anni, la digital economy ha avuto una vera e propria esplosione, portando con sé diversi settori o contesti lavorativi come il freelancing online.

In particolare, le aziende sono ben disposte a sfruttare questa situazione. Infatti, reclutando un freelancer per svolgere una determinata mansione, un’azienda risparmia notevolmente in termini di costi, rischi e tempo.

Il freelancer non viene assunto dall’impresa in questione e sarà quindi responsabile della propria sicurezza e/o fiscalità. Inoltre, in questa maniera vengono meno anche tutti quei costi di formazione che, solitamente, le varie aziende sostengono per istruire i propri dipendenti.

Non a caso si presume che, nel momento le aziende vadano a reclutare un freelancer, si rivolgano sin da subito a una persona con un certo bagaglio di esperienza.

Quest’ultimo passaggio ci fa capire che, per quanto sviluppata, questa modalità di lavoro non è per tutti. In effetti, sarà necessario avere un buon bagaglio di competenze per iniziare ed in particolare, essere specializzati in un dato settore o categoria di lavoro. In caso contrario, trovare dei committenti interessati potrebbe risultare davvero difficile.

Le skills più richieste

Diventare freelancer sfruttando le opportunità della rete Internet porta con sé numerosi vantaggi, dandoci la possibilità di gestire il lavoro in maniera del tutto personale, a debita distanza dall’essere dipendenti da qualcuno.

Ma, concretamente, come si fa a diventare freelancer nel mondo digital?

La risposta è molto semplice ed è data dalle moltissime piattaforme più o meno famose che ce lo permettono.

Ma, prima di procedere all’iscrizione ad uno di questi servizi, è importante fare il punto sulle competenze necessarie. In questo senso, ci sono davvero moltissime tipologie di prestazioni richieste ai vari freelancer in rete. Ecco di seguito le più valide e profittevoli:

  • Grafica e Design: Creazione di loghi, brochure, poster, banner pubblicitari, copertine, caricature e illustrazioni. Design di T-Shirt, modelli 3D, siti web o presentazioni
  • Digital Marketing: SEO, social media marketing e advertising, e-mail marketing, crowdfunding, SEM
  • Scrittura: Traduzione di testi, video o musica, beta reading, scrittura di libri, siti web, articoli, post, documenti legali, ecc.
  • Intrattenimento: Editing video o musicale, creazione di cover e testi musicali, storytelling
  • Informatica: Sviluppo di app, siti web, videogiochi, chatbots, estensioni, programmi standalone. Testing, data mining, data entry, gestione database

Lavorare come freelancer online con Fiverr

Senti di essere abbastanza preparato in una delle materie appena menzionate?

Se la risposta è affermativa, sei già a metà dell’opera. Per iniziare a lavorare come freelancer online ti basterà utilizzare una delle molte piattaforme presenti sul web.

Se non hai voglia di testarle una ad una, sei altrettanto fortunato, c’è chi lo ha già fatto per te. Infatti, senza perdersi in molti convenevoli, a detta di molti è Fiverr la migliore alternativa.

Quindi, se vuoi realmente iniziare, dovresti dare un’occhiata al nostro articolo dedicato a Fiverr dove potrai scoprire il funzionamento e le caratteristiche della piattaforma di freelancing più famosa del mondo.

Conclusione

Per qualsiasi domanda o richiesta ti invito a utilizzare il form di contatto che trovi sul sito oppure, cliccando su questo link troverai tutti i nostri account social tramite i quali potrai fruire di vari contenuti supplementari e restare aggiornato sulle ultime pubblicazioni.

A tal proposito, ti invito a dare un’occhiata a tutti gli altri contenuti presenti nella sezione articoli.

Se invece apprezzi il nostro lavoro e vorresti contribuire al progetto e alle spese da esso derivanti con una piccola donazione, ti invito ad utilizzare questo link.

A presto.

Articoli Correlati

Ho avuto un sacco di sogni quando ero un ragazzino, e penso che gran parte di ciò sia nato dal fatto che ho avuto la possibilità di leggere molto

Bill Gates
Articoli Consigliati
Sponsor
Seguici su Facebook
Esplora