fbpx
LaptopLifeStyle

Cashback di stato: cos’è e come funziona

Cashback di stato

Indice

Presentazione

Benvenuto in questo nuovo post. Quanto spesso hai sentito nominare la parola crisi in questi ultimi periodi?

Beh, effettivamente il covid-19 ha messo davvero a dura prova la tenuta del sistema economico italiano ma, d’altro canto, sono molte le misure messe in atto dal governo per arginare questo problema.

In questo articolo ne andremo a discutere una in particolare denominata cashback di stato tramite la quale poter ricevere un rimborso spese fino a 450€ e molti altri premi in denaro.

Ma senza anticipare troppi dettagli, partiamo per gradi.

Cos’è il cashback di stato

Il cashback di stato è una delle molte iniziative facenti parte del piano Italia cashless messo a punto dal governo per incentivare l’uso di carte di credito, debito e app di pagamento, per modernizzare il paese e favorire lo sviluppo di un sistema più digitale, veloce, semplice e trasparente.

A tal proposito, per rendere concreto l’uso dei sistemi di pagamento digitali, il governo ha pensato a un sistema di incentivi basati su ricompense e premi in denaro per tutti gli italiani che prendono parte al progetto.

Detto ciò, vediamo tutti i vantaggi che il consumatore può ottenere grazie a questa iniziativa

Vantaggi e premi

Il piano prevede diverse trance temporali ognuna delle quali prevede diversi premi in denaro.

Extra cashback di Natale

In questo momento si può dire che stiamo per assistere a una prima fase sperimentale denominata extra cashback di Natale tramite cui poter ricevere un rimborso del 10% fino a 150€ su tutti i pagamenti digitali effettuati presso negozi fisici dall’8 al 31 dicembre 2020.

Attenzione però. Per ricevere il rimborso sarà necessario effettuare almeno 10 operazioni di questo tipo durante il periodo indicato presso qualsiasi esercente fisico come può essere un bar, un ristorante, un artigiano o un supermercato.

Se così non fosse, non riceverai alcun cashback.

Cashback

Dopo questa fase di sperimentazione, a partire dall’anno nuovo, potremo prendere parte al vero e proprio cashback di stato.

Infatti, a partire dal 1 gennaio 2021, sarà possibile ricevere ancora una volta il 10% di rimborso spese fino 150€ su base semestrale.

Quindi, potenzialmente, sarà possibile ricevere fino a 300€ di rimborso per quanto concerne l’intero anno 2021.

Ancora una volta sarà necessario acquistare beni presso negozi fisici quali bar, ristoranti, supermercati, piccoli artigiani, ecc.

Inoltre, in questo caso sarà obbligatorio effettuare almeno 50 pagamenti digitali durante ogni semestre.

Super cashback

Concludiamo la parte relativa alle ricompense ottenibili con un ulteriore incentivo denominato super cashback.

Anche quest’ultimo funzionerà su base semestrale, verrà attuato durante l’anno 2021 e permetterà ai 100.000 cittadini italiani che avranno effettuato più pagamenti digitali di ottenere un ulteriore bonus di 1500€ ogni sei mesi per un totale di 3000€ durante l’intero anno.

Anche in questo caso c’è da fare un’ulteriore precisazione. Infatti, questa classifica si baserà solo ed esclusivamente sul numero di transazioni effettuate.

Dunque, ad esempio, un cittadino che avrà effettuato 100 pagamenti da 10€ avrà una posizione in classifica più alta rispetto a un altro cittadino che avrà effettuato 50 pagamenti da 150€.

Requisiti di partecipazione

Per partecipare ai vari incentivi sopracitati, oltre a rispettare i vincoli e i requisiti relativi al numero di transazioni, è necessario essere in possesso di cittadinanza italiana e aver compiuto almeno 18 anni.

Quindi, potenzialmente, essendo un italiano maggiorenne potresti portarti a casa fino a 3450€ entro la fine del 2021.

In ultima istanza, è necessario specificare che ogni acquisto effettuato per ottenere il cashback dev’essere a titolo privato quindi escluso dall’ambito di qualsiasi attività d’impresa, arte o professione.

Come registrarsi e ottenere il cashback

Per prendere parte all’iniziativa potrai scegliere due diverse modalità:

Utilizzando l’app istutizionale IO sarà necessario fornire i seguenti dati:

  • Codice fiscale
  • gli estremi identificativi di uno o più strumenti di pagamento elettronici che utilizzerai per partecipare al programma
  • il codice IBAN per l’erogazione dei rimborsi tramite bonifico

Inoltre, come accennato è necessario essere in possesso di SPID per effettuare le opportune verifiche d’identità.

In alternativa, utilizzando uno degli issuer convenzionati il processo potrebbe risultare molto più semplice.

Ad esempio, utilizzando YAP di cui abbiamo parlato in questo articolo non sarà necessaria alcuna verifica ulteriore e si riceveranno i vari rimborsi direttamente sulla propria carta.

Per tutti gli altri issuer convenzionati il processo potrebbe essere leggermente diverso. A tal proposito è necessario informarsi presso i canali ufficiali dei servizi in questione

Disclaimer

Prima di lasciarci, concedimi un disclaimer: questo articolo vuol essere solo ed esclusivamente un riepilogo semplice e intuitivo per capire al volo il funzionamento dell’iniziativa.

Quindi, benché le nostre informazioni siano state verificate più e più volte consultando i canali ufficiali del governo, potrebbe essere necessario informarsi ulteriormente.

A tal proposito, potresti dare un’occhiata alla guida completa disponibile sul sito ufficiale dell’app IO.

Conclusione

Per qualsiasi domanda o richiesta ti invito a utilizzare i vari form di contatto che trovi sul sito oppure, cliccando su questo link troverai tutti i nostri account social tramite i quali potrai fruire di vari contenuti supplementari e restare aggiornato sulle ultime pubblicazioni.

A tal proposito, ti invito a dare un’occhiata a tutti gli altri contenuti presenti nella sezione articoli del blog.

Se invece apprezzi il nostro lavoro e vorresti contribuire al progetto e alle spese da esso derivanti con una piccola donazione, ti invito ad utilizzare questo link.

A presto.

Articoli Correlati

Ho avuto un sacco di sogni quando ero un ragazzino, e penso che gran parte di ciò sia nato dal fatto che ho avuto la possibilità di leggere molto

Bill Gates
Articoli Consigliati
Sponsor
Seguici su Facebook
Esplora