fbpx
LaptopLifeStyle

BOT Telegram in PHP [ Pt. 3 Setting del Web Hook ]

Bot Telegram Web Hook
Photo by Christian Wiediger on Unsplash

Indice

Presentazione

Benvenuto caro lettore in questo nuovo post. Questa è la terza di una serie di guide per aiutarti a creare un BOT Telegram in linguaggio di programmazione PHP. Come sicuramente saprai, infatti, i BOT al giorno d’oggi sono uno strumento fondamentale sia in un contesto aziendale che per uso strettamente personale, come complementare di un canale o gruppo Telegram, ad esempio.

In questa terza guida, ci occuperemo del setting del Web Hook tra BOT e Altervista.

Hai già completato questo passaggio?

Lezione successiva

Setting del Web Hook

Dopo aver creato il BOT attraverso BotFather ed esserti iscritto su Altervista seguendo le istruzioni della guida precedente sarà necessario collegare il tuo BOT Telegram al tuo sito Altervista. In questa maniera, tutte le richieste (che da ora in poi chiameremo Update) che gli utenti faranno al BOT verranno reindirizzate ad Altervista, dove sarà presente il nostro codice PHP in grado di riceverle e gestirle adeguatamente. Per fare questo “collegamento” di cui abbiamo appena parlato (detto Web Hook) sarà necessario scrivere nella barra degli indirizzi questo URL

“https://api.telegram.org/bot<bot_toker>/set Webhook?url=<url_altervista>”

Per ulteriori informazioni potrai consultare il paragrafo dedicato sul sito ufficiale di Telegram. Ovviamente, sarà necessario sostituire:

  • <bot_token> con il token del nostro BOT di cui abbiamo parlato nella prima guida
  • <url_altervista> con l’url completo del nostro sito Altervista

Come specificato nello scorso articolo, è fondamentale che l’url cominci con ” Https:// ” quindi sarà necessario aver attivato il servizio Https offerto da Altervista.

Se avrai realizzato tutto correttamente riceverai una risposta di questo tipo:

{
“ok”:true,
“result”:
{
“url”:”<url>”,
“has_custom_certificate”:false,
“pending_update_count”:0,
“max_connections”:40
}
}

A questo punto il Web Hook sarà correttamente settato dunque, le richieste verranno rimandate al tuo sito dove sarà necessario creare un primo file index.php attraverso la sezione “Gestione File”. Questo rappresenta il file principale al quale le richieste faranno capo e all’interno del quale andremo a lavorare nelle prossime guide.

Conclusione

Per qualsiasi domanda o richiesta ti invito a utilizzare i vari form di contatto che trovi sul sito oppure, cliccando su questo link troverai tutte le nostri account social tramite i quali potrai fruire di vari contenuti supplementari e restare aggiornato sulle ultime pubblicazioni.

A tal proposito, ti invito a dare un’occhiata a tutti gli altri contenuti presenti nella sezione articoli del blog.

Se invece apprezzi il nostro lavoro e vorresti contribuire al progetto e alle spese da esso derivanti con una piccola donazione, ti invito ad utilizzare questo link.

A presto.

Articoli Correlati

Ho avuto un sacco di sogni quando ero un ragazzino, e penso che gran parte di ciò sia nato dal fatto che ho avuto la possibilità di leggere molto

Bill Gates
Articoli Consigliati
Sponsor
Seguici su Facebook
Esplora